martedì 26 marzo 2013

Scarcella di Pasqua

È un dolce pasquale tipicamente pugliese. Il termine scarcella significa, in dialetto, “ciambella” e, nella sua versione più classica, questo dolce è caratterizzato da una forma circolare. Secondo la tradizione, infatti, questa forma porta fortuna e richiama alla rinascita della vita dopo l’inverno. Proprio per questo è usanza antica decorare la scarcella con semplici uova sode. La preparazione, e la cottura in forno delle scarcelle, avviene durante la Settimana Santa o, anche, nella settimana antecedente. È un dolce, dalle antiche origini,  il cui profumo pervadeva e pervade le case e le strade durante la settimana di Pasqua. Esistono varianti  da paese a paese e, persino, da famiglia a famiglia.



Ingredienti per 8 persone:

400 g. di farina bianca, 150 g. di zucchero, 100 ml. di olio evo, 1 uovo intero, 1 tuorlo, un zest di limone, 100 ml. di latte tiepido, un pizzico di sale, 1 bustina di lievito per dolci, 2 uova intere per la decorazione, 1 albume, corallini di zucchero.

Preparazione:

Preriscaldare il forno a 180° e foderare una teglia con carta forno. In una ciotola setacciare la farina con il lievito per dolci e, dopo, inserirvi lo zucchero. Mescolare ed aggiungere le uova leggermente sbattute e, successivamente, l’olio, il pizzico del sale e lo zest di limone, gradatamente versare il latte intiepidito. Impastare fino a quando il composto non risulti ben compatto con la consistenza simile alla pasta frolla. Dividere in 3 parti uguali l'impasto. Ogni parte dovrà essere divisa in ulteriori 3 parti e formare dei lunghi rotolini. Formare una treccia, chiudere e sistemare le uova negli incavi creati. Spennellare con l’albume sbattuto e decorare con le roselline di zucchero o, a piacimento, con dei corallini. Infornare per circa 40 minuti a 180°. La scarcella è pronta quando avrà raggiunto un colorito dorato.

Vino Consigliato 
Moscato di Trani



Nest  Scarcella

It is a typical Apulian Easter cake. The term scarcella means, in dialect, "donut" and, in its most classic, this cake is characterized by a circular shape. According to tradition, in fact, this form of good luck and calls to the rebirth of life after the winter. Precisely for this reason it is customary to decorate the ancient scarcella with simple boiled eggs. The preparation and baking of scarcelle, takes place during Holy Week, or even the week before. It is a sweet, ancient origins, whose scent pervaded and pervade the houses and the streets during Easter week. There are variations from country to country and even from family to family.

Ingredients for 8 people:

400 gr. white flour, 150 gr. of sugar, 100 ml. extra virgin olive oil, 1 egg, 1 egg yolk, a zest of lemon, 100 ml. of warm milk, a pinch of salt, 1 teaspoon of baking powder, 2 eggs for decoration, 1 egg white, sugar coral.

Preparation:

Preheat the oven to 180 degrees and line a baking sheet with parchment paper. In a bowl, sift the flour with the baking powder, and after, put in the sugar. Stir and add the lightly beaten eggs and then the oil, a pinch of salt and the lemon zest, gradually pour the warmed milk. Kneading until the mixture is thoroughly compact with the consistency similar to the pastry. Divide the dough into 3 equal parts. Each party shall be further divided into 3 parts and form long rolls. Form a braid, close and place the eggs in the hollows created. Brush with beaten egg white and decorate with roses or sugar, to taste, with coral. Bake for about 40 minutes at 180 degrees. The Tart is ready when it reaches a golden color.

Recommended wine
Moscato di Trani